Pilates per Atleti

concentrazione pilates

Pilates per Atleti

Il Pilates per Atleti.
Come molti sanno il Pilates
è un metodo posturale che aiuta a migliorare la qualità e la consapevolezza dei movimenti e dunque anche le performance di chi pratica, a qualsiasi livello, qualunque tipo di sport. In particolare, l’ esecuzione regolare degli esercizi di Pilates incrementa i riflessi e rafforza il cuore, ovvero il “corsetto” muscolare (muscolatura profonda lombo-pelvica e addominale) che favorisce una miglior postura e le azioni dinamiche; inoltre, permette di massimizzare le concentrazione durante l’allenamento e la competizione. Il Pilates svolge così anche un ruolo rilevante nella prevenzione di incidenti e lesioni, e dopo un infortunio velocizza il processo riabilitativo rinvigorendo il tono muscolare, la forza e la flessibilità. Gli sportivi statisticamente sono più esposti a traumi articolari e ancor più alle varie patologie del rachide, come anche un semplice mal di schiena, perciò la grande enfasi sul rinforzo del centro (corsetto) è l’ unica strategia al fine di prevenire tali patologie. Il Pilates è consigliato per tutti gli atleti delle varie discipline sportive dal calcio al tennis, golf, sci, nuoto e tantissime altre, in quanto chi pratica sport ad alto livello utilizza la muscolatura “superficiale”, mentre attraverso il Pilates viene sviluppata una muscolatura più “profonda”, con la funzione di stabilizzare le varie articolazioni. Gli esercizi per gli atleti sono mirati al potenziamento e allo sviluppo di una resistenza maggiore, nonché dinamiche fino a diventare aerobiche e cerdiorespiratorie. Per gli atleti è importante mantenere alta la concentrazione in ogni performance, in ogni lezione di Pilates si richiede una “connessione” tra corpo e mente che aiuta e stimola a migliorare la concentrazione.

Luca
1 Comment
  • erica
    Rispondi

    praticando molto sport il pilates mi ha aiutato tantissimo a evitare infortuni rendendomi più elastica e flessibile. Assolutente una disciplina da conisgliare a tutti quanti atleti e non! da provare assolutamente!

    14 ottobre 2011 at 15:21

Post a Comment